Autoveicolo Marmitta Catalitica di qualità superiore per un prezzo più alto
Marmitta Catalitica - Produttori noti
  • Prezzo migliore
    Autoparti.it vi garantisce Marmitta Catalitica di alta qualità al prezzo più conveniente.
  • Spedizione economica
    La spedizione gratuita in Italia si applica agli ordini superiori ai 140 € tranne che per articoli ingombranti, pneumatici oarticoli di scambio.
  • Vasta scelta
    Attualmente abbiamo più di 500000 articoli nel nostro assortimento.
  • Consegna rapida!

    Modalità di spedizione

    Consegna rapida! Riceverete gli Catalizzatore (Marmitta Catalitica) articoli acquistati entro pochi giorni dall'ordine

  • COMODO - pagare in modo sicuro per Catalizzatore (Marmitta Catalitica)
  • Veicolo Catalizzatore (Marmitta Catalitica) Autoricambi pagare con PayPal
  • Macchina Catalizzatore (Marmitta Catalitica) Autoricambi pagare con Wire
  • Auto Catalizzatore (Marmitta Catalitica) Autoricambi pagare con Visa
  • Automobile Catalizzatore (Marmitta Catalitica) Autoricambi pagare con MasterCard
  • Catalizzatore (Marmitta Catalitica) ricambi auto pagare con CartaSi
  • Catalizzatore (Marmitta Catalitica) Auto Ricambi pagare con PostePay

Sostituire il dispositivo Catalizzatore (Marmitta Catalitica) difettoso o che ha raggiunto il suo limite di utilizzo! Trova informazioni utili su Catalizzatore (Marmitta Catalitica)

Il convertitore catalitico è un elemento del sistema di scarico, la cui funzione è di diminuire la tossicità dei gas di combustione, mediante ricupero degli ossidi di azoto e utilizzo dell’ossigeno per la postcombustione di monossido di carbonio e degli idrocarburi incombusti. In questo processo, un rapporto stechiometrico tra il combustibile e l’ossigeno è la richiesta più importante per un normale funzionamento del catalizzatore. In parole povere, il suo compito primario è di diminuire la quantità delle sostanze nocive nei gas di scarico, prodotti dall’automobile.

Il catalizzatore viene collocato su o in prossimità del tubo anteriore di scarico. Al suo interno troviamo una struttura in ceramica a nido d’ape. Le “fave” sono necessarie per aumentare l’area di contatto tra i gas di scarico e la superficie, sulla quale vi troviamo uno strato in lega di platino ed iridio. Grazie a ciò, i residui incombusti, a contatto con la superficie dello strato catalitico, vengono ossidati dall'ossigeno. Come risultato, il catalizzatore viene riscaldato, mentre la reazione di ossidazione viene attivata. Ciò vuol dire che il suo scopo primario sia raggiunto (in uscita, i gas di scarico contengono solo anidride carbonica e azoto).

Tuttavia, ci sono motori che gestiscono in malo modo i gas di scarico, tra cui quelli d’epoca e alcuni motori a diesel. Il problema dei motori a diesel è dato dal fatto che essi hanno un altro regime termico, più basso di quelli a benzina. Per quanto riguarda il guasto dei catalizzatori, la casa produttrice dell’automobile ne determina da sola le condizioni in cui sul cruscotto possono essere indicati i codici di errore.

Molto spesso vi è un errore che indica il guasto del catalizzatore, anche quando tutto è normale, cioè, quando l'elemento non funziona al massimo dell’efficienza, ma non è neanche malfunzionante. Nella maggior parte dei casi, la durata di esercizio del catalizzatore è di oltre 250 000 km, ma accade anche che l'elemento esca fuori servizio molto prima. Questo si verifica quando il catalizzatore viene contaminato da impurità derivanti dalla benzina di bassa qualità o quando i cilindri del motore mancano di compressione. Trovare il ricambio per questo e molti altri dispositivi è molto facile se si usa l’internet. Per di più, nei negozi online troverete prezzi a buon mercato, mentre la consegna vi sorprenderà per la sua rapidità e comodità.

Catalizzatore (Marmitta Catalitica) per FIAT PUNTO (188), PEUGEOT 307 SW (3H), ISUZU TROOPER FUORISTRADA APERTO

Difetti del catalizzatore
  • guasto meccanico della carcassa;
  • copro del neutralizzatore danneggiato o distrutto;
  • perdita proprietà catalizzatore chimico del sistema.
Sintomi di guasto del neutralizzatore catalitico
  • spegnimento del motore con marcia a vuoto;
  • avviamento difficoltoso;
  • colore blu o grigio-bluastro dei gas di scarico;
  • prestazioni inferiori durante l'accelerazione e l'aumento RPM;
  • rumori estranei durante il funzionamento del sistema di scarico;
  • spia "Check Enghine" sul cruscotto accesa;
  • aumento notevole del consumo di carburante (fino a 1,5-2 litri / 100 km).
  • odore di solfuro di idrogeno durante il funzionamento del sistema di scarico;
  • scolature meccaniche sulla carcassa del neutralizzatore.
Cause di guasto del catalizzatore
  • uso di carburante contenente piombo;
  • uso di carburante di bassa qualità;
  • disturbi nella formazione della miscela carburante-aria e cambio delle sue proporzioni ottimali;
  • carburante incombusto od olio all'interno del catalizzatore;
  • cellule interne del neutralizzatore danneggiate;
  • intasamento del catalizzatore con residui di combustione;
  • durata di utilizzo eccessivamente superiore rispetto a quella prevista;
  • uso improprio.
Diagnosi

L'ispezione del catalizzatore può essere effettuata solo presso una stazione di servizio tecnico poiché una simile operazione richiede sia attrezzature che competenze specifiche. In maniera indipendente è possibile valutare solo l'aspetto esterno del dispositivo. In caso di guasti meccanici, anche in assenza di sintomi di malfunzionamento, il catalizzatore presto avrà bisogno di un sostituto.

La portata del suo corpo può essere misurata per mezzo di un manometro che bisogna collocare al posto del primo sensore d'ossigeno. Successivamente, è necessario accelerare fino a 3000 RPM. La pressione del sistema non deve superare la quota 0,3 kgf/cm2 o 2,94 Pa.

La durata di esercizio del neutralizzatore catalitico è di circa 100,000-150,000 km di percorrenza. Superare tale scadenza non è raccomandato poiché, quando la portata del corpo del catalizzatore viene ridotta, la pressione aumenta e può, quindi, causare il guasto del motore.

Carrello
#
Il tuo carrello è vuoto